Roberto Valbuzzi dice addio alla cucina: l’ultimo dettaglio è inequivocabile

Via la divisa da chef e spazio ai muscoli: Roberto Valbuzzi si mostra in una versione inedita e l’occhio di tutti cade su un dettaglio.

Cosa si nasconde sotto la divisa da chef di Roberto Valbuzzi? Lo chef e volto di Cortesie per gli ospiti svela il suo segreto condividendo sui social una foto che ha mandato in delirio i suoi followers. Tra i volti culinari più amati dal pubblico, Valbuzzi, sul proprio profilo Instagram, non pubblica solo foto inerenti al suo lavoro, ma anche scatti della sua vita quotidiana.

roberto valbuzzi
I muscoli di Roberto Valbuzzi (Fonte IG @notordinarychef) – Cuciniamoli.com

Quando non lavora, infatti, lo chef dedica tutto il suo tempo alla moglie e ai figli. In casa, la divisa da chef scompare per lasciare spazio agli abiti casual che indossa per risolvere anche quelli che possono essere i classici problemi casalinghi. Nell’ultima foto, così, lo chef sfoggia il fisico e i fan non hanno potuto non notare un dettaglio.

Roberto Valbuzzi si trasforma in operaio: web in delirio

Come tutti i mariti e i papà, anche Roberto Valbuzzi, quando non lavora a Cortesie per gli ospiti e presso il suo ristorante dove è possibile mangiare a prezzi vantaggiosi, indossa i panni da operaio. Con un trapano tra le mani, lo chef cerca di risolvere i piccoli problemi che nascono quotidianamente in casa.

La foto che potete vedere qui in basso ha mandato letteralmente in delirio il web che ha notato soprattutto un dettaglio: l’avvenenza fisica dello chef. Muovendosi tra i fornelli ogni giorno, Valbuzzi ha sviluppato dei muscoli notevoli che l’outfit casual che sfoggia nello scatto qui in basso mette in risalto.

roberto valbuzzi operaio
Roberto Valbuzzi – (Fonte IG @notordinarychef) – Cuciniamoli.com

“Rob l’aggiusta tutto. Se avete quadri da appendere non esitate a contattarmi”, scrive lo chef. Le risposte dei followers sono arrivate puntuali: “Ci penso, intanto rompo qualcosa a casa”, “…avverto un’improvvisa voglia di comprare quadri…chissà perché”, “È lo stesso braccio con cui stai girando la Polenta in cucina vero?”.